LABORATORIO SUI CIBI E LE BEVANDE FERMENTATE – SABATO 2 MARZO ORE 15.30

Il nostro benessere deriva in larga parte dalla salute dell’intestino, un organo che beneficia dei cibi fermentati .Ricchi di batteri buoni, facilitano la digestione, riequilibrano il microbiota intestinale e aiutano a rimanere in forma.
I cibi fermentati sono un toccasana per la linea e per la salute. Tra i loro benefici hanno anche quello di aiutarti a perdere qualche chilo di troppo. «Spesso dietro a un aumento di peso c’è uno squilibrio del microbiota, l’insieme dei microrganismi che popolano l’intestino. I cibi fatti fermentare oltre a essere più ricchi sul piano nutrizionale di vitamine, minerali, oligoelementi ed enzimi, assicurano tanti batteri “buoni”, in particolare probiotici, che aiutano a ripristinare il suo corretto equilibrio, migliorano la salute dell’apparato digerente e del sistema immunitario e favoriscono il mantenimento del peso» spiega Sonia Croci, biologa nutrizionista.


Uno studio di qualche tempo fa, ad esempio, aveva dimostrato che i classici crauti, meglio se nella versione coreana (Kimchi) hanno dimostrato di inibire il processo dell’aterosclerosi. Un gruppo di ricercatori olandesi, invece, era riuscito a dimostrare come gli alimenti fermentati siano in grado di influenzare i livelli di triptofano, amminoacido indispensabile alla produzione della serotonina, e quindi a migliorare il tono dell’umore contrastando ansia e depressione.
Un laboratorio teorico ma soprattutto pratico con Marinella Galletti
Naturopata esperta in Gut Screening e Microbiota Intestinale
Contributo incluso di materiali € 25
Info e prenotazioni 3403702934